Son tutte belle le nonne del mondo

Son tutte belle le nonne del mondo / quando un bambino si stringono al cuor.
Son le bellezze di un bene profondo / fatto di sogni, rinunce ed amor.

Beh, ok.. Forse la canzone non fa proprio così, ma la rivisitazione personale oggi è perfettamente in tema! Dopo aver visto Un Mondo Da Mangiare, è finalmente arrivato il momento di vedere un mondo che mangia!

Gabriele Galimberti, fotografo di Arezzo-classe 1977, ha sviluppato vari progetti molto interessanti e sopratutto itineranti. Uno dei miei preferiti (oltre a Toy Stories) è quello dedicato alla parte affettiva del cibo, rintracciabile nell’antropomorfismo perfettamente calzante della mitica figura della NONNA. Noi italiani non dovremmo avere difficoltà a capire quanto sia immenso l’amore celato dietro un semplice “Hai mangiato?”

Si sa, in famiglia ci si preoccupa sempre per la nostra salute gastronomica, e questo è un campo in cui l’aura potentissima delle nonne riesce perfino a superare quella delle mamme. Per fortuna però, questo rapporto bello ed enigmatico tra il cibo e le nonne non è un’esclusiva italiana. Galimberti è infatti andato a trovare le nonne di mezzo mondo, per vedere quali sono i piatti forti delle famiglie: si va dai nostri ravioli, alle bistecche di alce, per passare a bocconcini di insetti, piatti a base di squalo o iguane.. Mica male!

Nella galleria potete trovare l’intero progetto, di cui qui lascio una selezione. Tra l’altro, nelle info delle foto ci sono anche le ricette.

(Clicca per ingrandire)