Volare

Aquilone tetraedrico

Nonostante il fatto che le persone lì sotto non sembrino molto rilassate all’idea di farsi sorvolare da un bestione come quello che vediamo, l’inventore di questo splendido aquilone era invece del tutto entusiasta.

Alexander Graham Bell (sì, quello a cui è stata attribuita la paternità dell’invenzione del telefono, che IN REALTA’ apparteneva all’italiano ANTONIO MEUCCI, come finalmente riconosciuto dal Congresso USA  l’11 giugno 2002), ha iniziato i suoi studi pioneristici sul volo nel lontano 1896, utilizzando aquiloni. L’idea di base era che fossero in grado di sollevare e trasportare persone, senza mettere a repentaglio la loro vita; per dirla con le sue parole:

 The great difficulty in developing an art of aerial locomotion lies…in the difficulty of profiting by past experience…a dead man tells no tales…

Lawrence Hargraves, Box Kite Aeroplane

Gli antenati degli esperimenti sul volo di Bell sono sicuramente gli aquiloni modulari (cellular kites) di Lawrence Hargrave, che hanno dato un grosso contributo allo studio delle forme più adatte a volare e a scontrarsi con il vento.

Comunque..

Tornando al nostro Bell, con il supporto morale e finanziario della moglie Mabel, crea nel 1907 l’AEA, Aerial Experiment Association, i cui membri (conosciuti anche come “Bell boys”!) dopo qualche delusione con il Cygnet I, iniziano a cimentarsi con il Red Wing, che il 12 marzo 1908 riuscirà a volare per 97.5 m, ad un’altezza di 6 m e per circa 20 secondi, prima di schiantarsi al suolo (fortunatamente) senza danni per il “pilota”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I fratelli Wright, considerati come i padri del primo volo aereo (con velivolo a motore) dell’umanità, dopo aver condotto esperimenti con aquiloni e alianti, fecero volare il loro Flyer per la prima volta il 17 dicembre 1903.

Fonti: “Tetrahedrical kites by Alexander Graham Bell” su Retronaut, Alexander Graham Bell’s flights of fancy su Kite History, Alexander Graham Bell and the AEA su Century Of Flight.

Passeggiate di lettura: i discendenti di Bell hanno reso consultabile online, presso il sito della Libreria del Congresso, quasi 5mila scritti originali: lettere, appunti, osservazioni sui suoi esperimenti e molto altro raccolti nella “Alexander Graham Bell Family Papers, 1862-1939″; articoli, appunti, disegni anche per Lawrence Hargrave dagli archivi della Australian Kite Association, il Flyer dei fratelli Wright.

 

Annunci

2 commenti on “Volare”

  1. checco.oglione@gmail.com ha detto:

    La verità su ciò che ci fa volare non si può trarre da un anglofono. Infatti il segreto del volo sta nell’audacia di chi si sa schiantare.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...